Superfood: Il Kale

Il nome d'arte è Kale, è il superfood del momento, grazie alle sue proprietà antiossidanti, per l'altissima presenza di vitamina C, per essere una delle migliori fonti di acido folico in natura e per essere un ottimo antinfiammatorio naturale. E una porzione, bollita, contiene solo 36 calorie. Non è, però una bacca o una sorta di legume esotico, ma è già conosciuto in Italia, con un nome ben preciso: il cavolo nero.

La sua versione “riccia”, il “Kale” appunto, è stato “riscoperto” da agronomi e nutrizionisti per le proprietà benefiche. Se prima era conosciuto solo per essere un alimento indispensabile per la “ribollita toscana”, ora lo si consuma crudo (in frullati o insalata) o cotto (al vapore o bollito), per il basso contenuto calorico e per le enormi qualità

Le proprietà benefiche del Kale

Il kale è un’eccellente fonte di acido folico (utile per il corretto sviluppo e funzionamento del sistema neurologico). È poi ricchissimo di vitamina C (ne contiene più degli spinaci) e betacarotene, oltre che di altri preziosi antiossidanti, come i polifenoli e i flavonoidi. Tutte sostanze che stimolano il sistema immunitario, combattono i radicali liberi, aiutano l’organismo a rallentare l’invecchiamento cellulare e a prevenire diverse malattie, da quelle cardiocircolatorie ai tumori.
Ricco di acqua e sali minerali (come sodio, potassio e magnesio, che regolano la stabilità della pressione sanguigna e il bilancio idrico dell’organismo), questo ortaggio, centrifugato e bevuto durante l’attività fisica,migliora le prestazioni atletiche, soprattutto quando fa caldo.

Il Kale è il preferito dai vip

Oltreoceano il suo nome compare da tempo nella lista della spesa di star e modelle. Il kale, conosciuto anche come cavolo riccio o nero, è uno degli health food più amati ad Hollywood. Lo usano come base per centrifugati veg e smoothie detox (oppure lo mangiano cotto o crudo per integrare i loro menu quotidiani) Anne Hathaway, Heidi Klum, Julia Stiles, Beyoncé e Gwyneth Paltrow.

Dove si coltiva il Kale

Coltivato anche in Italia, soprattutto in Toscana e in Puglia,e venduto fino a qualche tempo fa solo sfuso nei mercatini e dal fruttivendolo, da poco il kale è disponibile anche sugli scaffali del supermercato. Si può coltivare anche in balcone: si mette a dimora da giugno a ottobre. In un vaso di 30 cm di diametro, bisogna lasciarlo poco esposto alla luce e al calore, dato che preferisce l'ombra. 

 

 

Vota il contenuto:

Hai votato 3 Voti totali: 5315

 

Coltura & Cultura