storie dalla terra

Storie dalla Terra: la "spesa sospesa" a Natale

LA “SPESA SOSPESA” A NATALE

Secondo Coldiretti, nel 2020 solo in Lombardia, sono oltre 300mila le persone in stato di povertà. Sempre nel 2020 a livello nazionale le richieste di aiuti dagli enti di volontariato sono aumentate del 40%. Gli agricoltori, i distributori e i consumatori grazie all’iniziativa denominata “spesa sospesa” aiutano i cittadini i più bisognosi. Scopriamo di più su questo sistema di solidarietà circolare che contribuirà a migliorare il Natale di molti cittadini italiani.

 

L’idea di “sospendere” o meglio donare un prodotto ad un altro cliente bisognoso nasce a Napoli con il caffè. “O cafè suspiso”, in napoletano, è una tradizione dei bar della città partenopea per cui è possibile acquistare un caffè a beneficio di un cliente che ne faccia richiesta. Così oggi diverse iniziative raccolgono le “spese sospese” o donazioni direttamente dalle aziende agricole o dai consumatori e collaborano con distributori, associazioni e comunità su tutto il territorio per portare i prodotti alle famiglie in difficoltà.

 

La “spesa sospesa” sta raccogliendo molto successo a livello nazionale. Su tutte, la piattaforma online, denominata SpesaSospesa, ideata dalla onlus Comitato Lab00 si fa notare per innovazione organizzativa e tecnologica. SpesaSospesa è nata nel 2020 durante il periodo di lockdown grazie ad un’operazione di foundraising lanciata tramite CharityStars con la quale ha raccolto ad oggi oltre 600 mila euro. Questa piattaforma garantisce la trasparenza di tutti i movimenti delle donazioni attraverso l’utilizzo della blockchain sviluppata con la collaborazione della startup di food sharing Regusto. Grazie a questo sistema l’organizzazione viene ottimizzata, riducendo le tempistiche e gli sprechi alimentari, limitando i trasporti e raggiungendo tutte le famiglie che hanno fatto richiesta. Il progetto ha richiamato tanti attori del territorio, a partire dalle aziende agricole, agli enti non-profit come Terre des hommes, Emergency, Banco Alimentare e diversi comuni italiani tra cui Milano, Napoli, Perugia, Alessandria e Catanzaro.

 

Tutte le “spese sospese” sono azioni di solidarietà circolare e sostenibilità che riducono anche gli sprechi alimentari. Ricordiamo che in Italia lo spreco di cibo ha un valore di 15 miliardi di euro ogni anno. La solidarietà e la sostenibilità sono tra i regali di cui abbiamo più bisogno questo Natale. Ogni cittadino può partecipare attivamente sostenendo chi è in difficoltà, augurandoci un 2021 migliore.

 

 

TAG:      #Natale    #Coldiretti    #Regusto   #Blockchain   #Spesa Sospesa   # Sprechi alimentari   #Italia

Vota il contenuto:

Voti totali: 152

 

Coltura & Cultura