attualità

Storie dalla Terra: il pomodoro in Italia

IL POMODORO IN ITALIA

 

 

La storia del pomodoro inizia in Sud America, ma trova in Italia il suo più grande centro di diversificazione varietale tra produzioni di nicchia ed intensive. La storia del pomodoro ha avuto inizio probabilmente sulle Ande in Perù. Si ritiene che la coltivazione sia iniziata con i Maya e gli Aztechi, e che il pomodoro sia arrivato in Europa con i conquistadores spagnoli.

Oggi un’Italia senza pomodori sembra difficile da immaginare. 300 anni fa molti temevano che i pomodori fossero velenosi e nessuno osava mangiarli. In effetti, le radici e le foglie della pianta di pomodoro sono velenose. Inizialmente venne utilizzata solo come pianta ornamentale. Una volta passata la paura alla fine dell'Ottocento, alla stessa epoca dell'invenzione della pizza Margherita a Napoli, il frutto divenne un ingrediente fondamentale per molte preparazioni gastronomiche. Ripeto il pomodoro è un frutto in quanto  si tratta di una bacca che contiene i semi, pronti a disperdersi nell’ambiente alla maturazione.

Le varietà di pomodoro nel mondo sono oltre 5000 di diverse forme e colori come rossi, verdi, gialli e neri. Oggi i pomodori crescono ancora in Perù con varietà semi-domesticate, ma i più grandi produttori sono gli Stati Uniti e la Cina. In Europa l’Italia detiene il monopolio. Infatti quasi il 40% dell’intera produzione del 2017 in Europa è stata made in Italy: 6 milioni di tonnellate. Ci segue la Spagna con poco più di 4 tonnellate. Oltre alla quantità l’Italia produce pomodori certificati come la l’IGP (Indicazione Geografica Protetta) Pomodoro di Pachino e le DOP (Denomizazione Origine Protetta) Pomodorino del piennolo del Vesuvio e Pomodoro di San Marzano dell'agro sarnese-nocerino.

Parliamo di quest’ultima: Pomodoro di San Marzano dell'agro sarnese-nocerino. Questa varietà veniva coltivata negli orti dell’antica Campania Felix degli antichi romani, l’attuale campagna tra le città di Napoli e Salerno. Il frutto è rosso, la sua una polpa è particolarmente compatta e carnosa, forma allungata cilindrica con lunghezza da 6 a 8 cm e pH non superiore a 4,50. Caratteristiche per un prodotto unico e famoso in tutto il mondo. Questa varietà richiede una grande e cura e manodopera: le piante vanno allevate su sostegni e i frutti maturano in tempi disomogenei in un periodo di due mesi necessitando quindi che la raccolta venga eseguita a mano. Purtroppo la grande competizione nella produzione del pomodoro e la necessità che questo prodotto venga raccolto a mano richiama attività illecite tra cui lo sfruttamento di lavoratori come racconta una recente inchiesta del The Guardian.

 

 

#Pomodoro   #Perù   #San Marzano   #Made in Italy

Vota il contenuto:

Voti totali: 152

 

Coltura & Cultura