attualità

Storie dalla terra: il boom della quinoa nelle Ande

STORIE DALLA TERRA

La rubrica mensile “Storie dalla terra” racconta le storie e territori di agricoltori e agricoltrici da tutto il mondo mostrando i loro stili di vita, lavoro, tecniche e prodotti.

 

LA QUINOA NELLE ANDE

 

"I nostri bambini mangiano quinoa a colazione, con latte, zucchero e chiodi di garofano. Per il pranzo, la metto in una zuppa con verdure e un po' di carne, coriandolo e prezzemolo",

         Signora Cisneros, agricoltrice nelle Ande Peruviane (BBC News)

 

Uno dei cereali alternativi più studiati è la quinoa. Da 7.000 anni i contadini lungo le Ande del Sud America hanno addomesticano la quinoa nel suo habitat naturale. In questo contesto, la quinoa è stata sottoposta a diversi processi di selezione per caratteristiche desiderabili per la coltivazione e per il consumo in tutte le Ande. Mentre Perù e Bolivia rimangono i principali produttori, altri paesi come Nord America, Europa, Asia e Africa ne stanno recentemente espandendo la produzione. I prodotti andini della quinoa, un tempo denigrati e destinati esclusivamente all'autoconsumo nel corso dei secoli sono entrati nella dieta delle popolazioni urbane dei paesi andini e si sono ormai diffusi in tutto il mondo.

Il suo potenziale è cresciuto con l'Anno Internazionale della Quinoa (IYQ-2013) dalle Nazioni Unite. L'IYQ-2013 ha avuto due scopi principali: riconoscere "che le popolazioni indigene andine, attraverso le loro conoscenze tradizionali e pratiche di vivere bene in armonia con la madre terra e la natura, hanno mantenuto, controllato, protetto e conservato la quinoa allo stato naturale, comprese le sue numerose varietà e razze, come cibo per le generazioni presenti e future"; " attirare l'attenzione mondiale sul ruolo che la biodiversità della quinoa gioca nel difendere la sicurezza alimentare".

Non è un caso che la quinoa stia vivendo un boom di produzione e consumo negli ultimi decenni a livello globale. Oggi si riconosce che la quinoa ha l'equilibrio ideale di aminoacidi essenziali per l'uomo. Inoltre, gli alti livelli di acido linoleico (omega-3), e il fatto che la maggior parte delle varietà siano senza glutine ne fanno un alimento unico per le nuove diete.  

Il boom della quinoa amplia l'area coltivata nelle Ande, con conseguenti impatti sociali e ambientali. In Bolivia, la quinoa si è spostata su terreni fragili e sensibili all'erosione del vento e dell'acqua. Parte delle ex aree per il pascolo dei lama sono diventati campi di quinoa. L'espansione ha portato a un paesaggio agricolo uniforme mentre la vegetazione autoctona è stata relegata in aree marginali. Nella regione peruviana di Arequipa, le pratiche produttive tradizionali sono state sostituite da pratiche più moderne per venire incontro alla crescente richiesta del mercato. La sfida oggi è capire cosa succederà quando il boom si attenuerà e i prezzi scenderanno.

 

Fonti e approfondimenti:

 

Vota il contenuto:

Voti totali: 25

 

Coltura & Cultura