gli agrumi

Qual è l’origine degli agrumi?

Con il termine generico di agrumi vengono oggi indicate oltre 200 specie e cultivar conosciute e diffuse quali arance, mandarini, clementine, pompelmi, pummeli, limoni, lime e cedri e tante altre ancora. Ma qual è la vera origine di questi frutti straordinari? Nel 1976 Barrett e Rhodes scoprirono che “le specie vere”, cioè originarie degli agrumi oggi coltivati, sono solo 3: il cedro, il pummelo e il mandarino.
Come arrivarono a questa conclusione? Presero in esame ben 146 caratteri ( tra morfologici e biochimici) e notarono che le 3 specie presentavano un sufficiente grado di differenza, con una forte discontinuità tra i propri caratteri essenziali e quelli di altri gruppi ottenuti per incrocio.
Quando parliamo di  agrumi, quindi, ricordiamoci che sono tutti discendenti delle tre “specie vere”.
Ed è proprio grazie a loro ed alla ricerca - che ha saputo cogliere le mutazioni naturali di queste specie e dei loro discendenti con incroci e miglioramenti continui - se è possibile gustare oggi agrumi sempre più buoni e differenti tra loro, in grado di soddisfare i gusti più diversi.

Vuoi saperne di più su questa coltura? Consulta il capitolo Inquadramento tassonomico del volume 'gli agrumi' della collana Coltura & Cultura.

Vota il contenuto:

Voti totali: 9656

 

Coltura & Cultura