L'uva senza nome

Grande in termini di sapore, aroma e calibro, alla più recente uva della Cornell University manca un nome. Il bredeer Bruce Reisch ha trascorso anni a sviluppare quest'uva e ora sta offrendo al pubblico la possibilità di dargli un nome.

Attualmente definita NY98.0228.02, l'uva presenta acini senza semi e saporiti con l'attraente colorazione di una Concord e quasi il doppio della sua dimensione.

Reisch, professore di breeding e genetica sulla vite presso il College of Agriculture and Life Sciences, ha dichiarato che la nuova varietà ben si adatta al nord-est, con buona tolleranza al freddo per la maggior parte degli stati orientali, tra cui New York, Pennsylvania, Maryland e New Jersey.

"Questa uva è la prima tipo Concord veramente senza semi e con bacche attraenti e naturalmente grandi" ha detto Reisch. La Concord è da tempo la preferita americana, nota per il suo uso in succo d'uva, gelatine e marmellate.

"Le nostre nuove uve pesano 5 o 6 grammi per bacca, quasi il doppio del peso di una Concord tradizionale - ha detto Reisch - E' abbastanza raro trovare un'uva di quella dimensione, specialmente con un sapore così corposo".

Reisch spera che il contest possa ispirare un nome invitante quanto l'uva. Le proposte possono essere effettuate online o inviando un messaggio via email a nameit@cornell.edu fino al 31 luglio. Reisch e i suoi collaboratori del Double A Vineyards decideranno i loro preferiti, quindi presenteranno le scelte al pubblico per una votazione finale a settembre.
 

Vota il contenuto:

Voti totali: 5587

 

Coltura & Cultura