la patata

La coltivazione si rinnova!

A partire dalla fine degli anni Ottanta gli agricoltori italiani hanno smesso di chinarsi a raccogliere le patate. Dalla semina alla raccolta, infatti, ormai fanno tutto le macchine, con un notevole risparmio sui costi, e la produzione è passata da 150 a 300 quintali per ettaro, con punte di 650-700 nelle zone in cui la patata è destinata alla trasformazione industriale.

Grazie a una penisola allungata da nord a sud, nel nostro paese seminiamo tutto l'anno, eccetto in pieno inverno, e raccogliamo 5-6 milioni di quintali di patate novelle - soprattutto in Sicilia (47%), Puglia (28%) e Campania (13%) - e 11 milioni di quintali di patate comuni - la maggior parte in Emilia-Romagna (17%), Campania (13,3%), Abruzzo (11,4), Calabria (11,3%), Veneto (10%) e Toscana (7,1%).

Non siamo però in grado di fare tutto "in casa", perché per l'approvvigionamento di tuberi-seme dipendiamo dall’estero per l'80-85%, importando e seminando prevalentemente tuberi olandesi, belgi, francesi e tedeschi.

I tuberi che oggi usiamo come "semi" sono il risultato di una scoperta rivoluzionaria avvenuta negli anni Sessanta: l'ibridazione tra specie selvatiche diploidi e specie coltivate tetraploidi (ovvero con corredo cromosomico rispettivamente doppio e quadruplo) che in natura non potrebbero incrociarsi. Grazie alla genetica è così stato possibile introdurre nelle specie coltivate molte delle resistenze ai parassiti di cui sono dotate le specie selvatiche.

Grazie alla maggiore resistenza della patata ai suoi tre nemici giurati – peronospora, afidi e dorifora – è stato possibile ridurre notevolmente il numero dei trattamenti antiparassitari. Le nuove molecole prodotte dalla ricerca chimica hanno poi praticamente eliminato il problema dei residui, perché si degradano molto più rapidamente rispetto a quelle del passato, e ben prima che la patata raggiunga il mercato.

Con la concimazione giusta, poi, la patata diventa anche un cibo anti-invecchiamento! La famosa patata Selenella, ricca di selenio (che è un buon antiossidante), è invece una creazione tutta italiana.
La patata è un ortaggio tutto da scoprire…

Peri iniziare ti proponiamo i seguenti capitoli del volume  “la patata” della collana Coltura & Cultura:
Patate in Italia  - Patata arricchita al selenio - Parassiti animali - Miglioramento genetico.

Vota il contenuto:

Voti totali: 10512

 

Coltura & Cultura