il pero

Il buonumore delle pere

Ci sono frutti più gustosi ma le qualità nutrizionali delle pere sono talmente importanti che questo frutto non dovrebbe mai mancare nella vostra alimentazione, soprattutto se state seguendo una dieta, visto che il suo contenuto calorico è decisamente ridotto (35 kcal ogni 100 grammi).

Le pere sono ricche soprattutto di zuccheri naturali, in particolare fruttosio, glucosio e saccarosio, zuccheri “semplici” che diversamente da quelli “complessi” (amido, glicogeno, ecc.) non richiedono digestione e vengono assorbiti rapidamente per essere utilizzati a scopo energetico, motivo che le rende particolarmente indicate durante una prestazione sportiva. Da questo punto di vista, è significativa anche la presenza di potassio (molto utile soprattutto nel periodo estivo, tanto che si tratta di un elemento sempre presente negli integratori sportivi).

Inoltre, un pasto ricco di zuccheri evidenzia una maggiore produzione cerebrale di serotonina, che agisce sulla sensazione di benessere e svolge un’azione antidepressiva. Una situazione favorevole all’organismo, soprattutto al nostro umore, che invece non si verifica dopo un pasto ricco di sole proteine. È questo un buon motivo per mantenere le nostre abitudini alimentari mediterranee che si basano su un regolare consumo di alimenti di origine vegetale, in particolare di frutta e ortaggi.

La pera, come tutta la frutta, rappresenta un alimento fondamentale per ogni età. In particolare, è utilizzata nello svezzamento per la facilità con cui può essere schiacciata e resa deglutibile, e per il sapore molto gradevole, dolce e aromatico. Dal punto di vista della nutrizione del bambino, la pera (ma anche la mela e il succo di agrumi) è un’ottima fonte di nutrimento per l’elevato contenuto di acqua con zuccheri, acidi organici, vitamine, sali minerali e fibra che svolgono un ruolo importante nella regolazione dell’intestino.

Invece, contrariamente a quanto si pensa, la buccia della pera non è così nutriente. La pera senza buccia e torsolo perde poco valore nutritivo, giusto una modesta parte di micronutrienti e fibra.

Per approfondire questi argomenti, consulta il capitolo Aspetti nutrizionali del volume «il pero» della collana Coltura & Cultura cliccando qui.
 

Vota il contenuto:

Voti totali: 11004

 

Coltura & Cultura