foodscape

Foodscape: l'agricoltura in foresta

FOODSCAPE: L'AGRICOLTURA IN FORESTA

Come possono convivere agricoltori e foreste? Scopriamo assieme nuovi paesaggi sostenibili tra cui, i sistemi agroforestali.  Parleremo di due realtà agricole, una in Brasile ed una in Sicilia, che hanno stravolto il modo di fare agricoltura e attratto giovani, ricercatori e imprese da tutto il mondo.

 

La prima realtà è in Brasile nello stato di San Paolo: la Fazenda da Toca. Questa azienda agricola costituisce da sé un intero paesaggio alimentare – o foodscape – poiché si estende per oltre 2300 ettari nella località di Itirapina. Questa azienda è l’esempio di sistema agroforestale più esteso al mondo. Qui si svolgono diverse attività agricole e non solo. La produzione è la parte più importante, secondo principi di agricoltura biologica e di diversificazione. Qui si trovano coltivazioni annuali, perenni e allevamenti animali. Ogni comparto si relaziona ad un altro chiudendo il ciclo di nutrienti e biomassa. Questa azienda influenza il paesaggio circostante, favorendo la biodiversità locale, e promuovendo la sostenibilità ecologica, ma anche sociale ed economico. La Fazenda è una vera e propria scuola per bambini o per adulti che analizza le relazioni di questo sistema agroecologico e approfondendo tematiche sensibili ad una educazione alla sostenibilità. Inoltre, la produzione viene trasformata direttamente in azienda. Fazenda da Toca produce la maggior parte di uova biologiche del paese. Tra le altre produzioni biologiche vegetali vi sono il miglio, la soia e produzioni animali con bovine da latte. Qui si producono inoltre molti frutti locali che vengono trasformati in succhi per il mercato locale: arance, papaya, mango, etc. Il sistema è supportato da un vero e proprio centro di ricerca collocato all’interno dell’azienda per sperimentare nuovi metodi di coltivazione, ma anche ricerca sociale per approfondire il ruolo dell’agroecologia con l’educazione e lo sviluppo alla sostenibilità.

 

Ci spostiamo in Italia per il secondo esempio di foodscape che riunisce diverse aziende agricole di piccole e medie dimensioni situate sulla costa tra Palermo e Messina e ai piedi dell’Etna nei pressi di Catania. Qui l’innovazione agroforestale ha dato la possibilità a diversi agricoltori di sviluppare un nuovo sistema ecologico ed economico. In queste zone si coltivano frutti esotici tra cui banane, mango, papaya, avocado, e si sperimentano anche le prime piante di caffè in Italia. A causa del cambiamento climatico gli inverni si sono accorciati dando la possibilità anche a queste specie tropicali erbacee e arboree di crescere.

L’azienda agricola Fratelli Cupane coltiva assieme alla piantagione più tradizionale di limoni, anche manghi sotto serra – sfruttando la fertirrigazione - e avocado in pieno campo – con sistemi di micro-irrigazione e drenaggio -. Questo esempio agricolo unisce gli aspetti imprenditoriali a quelli agronomici per una produzione di nicchia: la frutta tropicale made in Italy. Questa azienda grazie all’innovazione a 360° e un focus sull’export è un esempio per tutti gli agricoltori di queste zone.

Molte sono ancora le sfide del paesaggio agroforestale in Europa. Per questo dal 5 al 7 Ottobre 2020 si terrà a Nuoro la quinta conferenza organizzata dall’European Agroforestry Federation con l’obbiettivo di affrontare le tematiche relative alla transizione alla sostenibilità e alla bioeconomia dei sistemi agroforestali.

 

TAG:    #Foodscape   #Agroforestazione  #Caffè   #Mango   #Sicilia   #Brasile   #EURAF

Vota il contenuto:

Voti totali: 307

 

Coltura & Cultura