attualità

Foodscape: l'agricoltura di pianura

L'AGRICOLTURA DI PIANURA

 

L’agricoltura di pianura trasforma il paesaggio in geometrie di campi e di acqua capaci di produrre grandi quantità di cibo. Qui vedremo degli esempi di come questo tipo di agricoltura non solo sia molto efficiente e tecnologica ma come cambi l’estetica del paesaggio viaggiando tra la tradizione e l’innovazione tecnologica: le risaie nel Nord Italia e Wageningen la Food Valley nei Paesi Bassi.

Sin dal XV secolo la Lombardia, il Piemonte e il Veneto, sono le regioni italiane che oggi ospitano la maggior parte delle risaie. Qui si coltivava un’unica varietà conosciuta come "Nostrale". La coltivazione del riso e le diverse varietà che conosciamo oggi  le dobbiamo al sacerdote gesuita Calleri. Calleri era un missionario nelle Filippine e nel 1839 al suo ritorno in Italia portò con se diverse varietà di riso. Grazie a lui e alle politiche agrarie che promuovevano un nuovo sistema di irrigazione a immersione, si è dato inizio alla moderna produzione risicola italiana. Le risaie italiane si trovano nella Pianura Padana, terra di mezzo tra le Alpi e il Mar Mediterraneo. Quando inizia il periodo estivo, l'acqua dai ghiacciai delle Alpi si scioglie raggiungendo la Pianura Padana. Qui l'acqua viene stoccata in dei terrapieni da aprile a settembre. Una volta che le risaie sono state allagate e il riso è cresciuto, l'acqua viene rilasciata e viene diretta in mare. Questo paesaggio ha regole chiare e semplici per la coltivazione e la commercializzazione del riso: i coltivatori di riso comprano le sementi, le seminano, le coltivano e poi le vendono alla riseria che le trasforma. La tecnica di sommersione del riso trasforma il paesaggio in uno magnifico specchio, ma purtroppo è noto come questa tecnica sia pericolosa per l’ambiente. Infatti, l'immersione aumenta i gas serra, principalmente il metano. In un anno la pratica di sommersione del riso rilascia nell’atmosfera la stessa quantità di CO2 di oltre mille centrali a carbone. Oggi questo paesaggio e e queste tecniche si modificano grazie alle nuove tecnologie. La risicoltura italiana promuove pratiche di agricoltura di precisione. Nei campi i droni misurano malattie, fertilizzanti, pesticidi e produzione di ogni pianta e gli agricoltori agiscono di conseguenza validando questi risultati con la loro lunga esperienza. Grazie all'agricoltura di precisione, e alla loro grande conoscenza del territorio gli agricoltori saranno sempre più in grado di proteggere l'ambiente e di garantire la produzione.

Passiamo ora ad un altro paesaggio in pianura dove si stanno sviluppando le ultime tecnologie per la produzione agricola efficiente e rispettosa della natura. I Paesi Bassi presentano un paesaggio composto da molteplici tessere che vanno a comporre un mosaico frammentato di campi intensamente coltivati e serre. Oltre la metà della superficie del paese è adoperata per l'orticoltura e l'agricoltura. Anche qui si estendono nella campagna giganteschi specchi d’acqua sia di giorno che di notte a causa dell’intensa e continua illuminazione delle serre. Il risultato è che i Paesei Bassi sono terzi per la produzione e il commercio mondiale di sementi di ortaggi. Come fa uno stato con poca terra a disposizione a produrre così tanto? La risposta si trova nella Food Valley (Risposta alla Silicon Valley statunitense) situata a Wageningen una piccola cittadina di 30 mila abitanti con la migliore università e centro di ricerca in campo agricolo. La formula vincente è lo stretto rapporto tra gli scienziati di Wageningen e l'industria. Nel campus si possono trovare uffici delle più grandi compagnie in campo di sviluppo e tecnologie agricole: Syngenta, Bayer e Unilever.

L’agricoltura di pianura si presta bene ad adottare nuove varietà e nuove tecnologie per produrre di più con meno risorse, rispondendo a un clima instabile e alla minuziosa gestione delle risorse acqua compresa. L’agricoltura tradizionale trova una rapida evoluzione in un paesaggio agricolo piano che si presta sempre ad ottimizzare al meglio le produzioni e le collaborazione con il mondo della ricerca e dell’impresa locale e globale.

 

#Risaie   #Pianura Padana   #Wageningen   #Food Valley   #Produzione in serra

Vota il contenuto:

Voti totali: 83

 

Coltura & Cultura