la fragola

Di quanta acqua hanno bisogno le fragole?

Per ottenere una produzione di fragole eccellente sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo è di fondamentale importanza una perfetta gestione delle irrigazioni nonché una corretta scelta del sistema irriguo.
Infatti irrigazioni eseguite male o in modo eccessivo possono determinare un peggioramento del livello zuccherino e modificazioni dell’acidità, fattori che incidono negativamente sul sapore del frutto. Una cattiva gestione dell’acqua può anche causare stati d’asfissia radicale o marciumi del colletto delle piante, con conseguente perdita di produttività della coltura.

La fragola è una coltura particolarmente sensibile anche a brevi periodi di stress da carenza idrica. Tale sensibilità è principalmente data dalla limitata profondità e dalla scarsa efficienza dell’apparato radicale che ne limitano fortemente la capacità d’estrazione dell’acqua dal suolo, ma deriva anche dalla tecnica colturale poiché la fragola viene trapiantata durante il periodo estivo e sono perciò necessarie irrigazioni al momento della messa a dimora per evitare la crisi di trapianto e la riduzione del numero di piante, con la conseguente decurtazione della produzione.

Pur essendo molto sensibile alla carenza idrica, la coltura è però caratterizzata da un basso fabbisogno irriguo, essenzialmente per due motivazioni: il ciclo colturale dell’anno produttivo è collocato in primavera, quindi le riserve idriche nel suolo sono ancora elevate, e la superficie fogliare traspirante è bassa.

Purtroppo per l’irrigazione delle fragole non ci può basare semplicemente su osservazioni visive della coltura e del terreno, in quanto ciò porterebbe a uno spreco d’acqua e a danni alle colture.  Il modo più efficace per regolare la giusta quantità d’acqua in ogni momento del ciclo colturale è, invece, quello di irrigare conoscendo le reali esigenze della fragola, sulla base dell’andamento climatico e in relazione al tipo di terreno. Una precisa valutazione dei volumi d’irrigazione e dell’esatto momento d’intervento irriguo rende l’uso dell’acqua molto efficiente e corretto, minimizzando i volumi necessari per il raggiungimento di elevate produzioni di buona qualità estetica e organolettica. Due metodi efficienti per una buona valutazione del fabbisogno d’acqua, e quindi per l’individuazione del momento di intervento irriguo, sono il calcolo del bilancio idrico della coltura e l’uso del tensiometro.
Un altro problema da tenere in considerazione nella fase di irrigazione riguarda anche  la qualità dell’acqua: la fragola infatti è estremamente sensibile alla salinità. Un’eccessiva presenza di sali disciolti nell’acqua influenza negativamente la crescita delle radici, e conseguentemente quella della pianta, determinando un decremento delle rese.
Una delle strategie per limitare i danni causati dall’acqua imperfetta è quella di sovrairrigare la coltura rispetto alle effettive necessità; in questo modo si evita la concentrazione dei sali nella zona di suolo in cui si trovano le radici, portandoli più in profondità.
Anche il metodo irriguo riveste una notevole importanza nella gestione dell’irrigazione con acqua salina. In presenza di suolo con elevati contenuti di sali, occorre, prima dell’impianto della coltura, procedere a ripetute irrigazioni per aspersione, in modo da spingere la salinità in profondità.
In presenza della coltura tale pratica è però fortemente sconsigliata, perché dopo l’irrigazione l’acqua presente sulle foglie bagnate concentra la salinità che causa elevati valori di causticità per la vegetazione. Il sistema irriguo più adatto all’uso di acque non eccessivamente saline è quello a goccia con ali gocciolanti integrali o manichette forate. Con tali sistemi le irrigazioni dovranno essere molto frequenti, anche fino a due volte al giorno nelle giornate con maggiore evapotraspirazione, e abbastanza abbondanti. In questo modo le radici si troveranno sempre a contatto con acqua di più bassa conducibilità, portando in profondità la concentrazione salina.


Per approfondire questo argomento, leggi il capitolo Irrigazione di Paolo Mannini  (volume digitale “la fragola”, collana Coltura & Cultura).

Vota il contenuto:

Voti totali: 10517

 

Coltura & Cultura