ricetta

Conserva di pomodori infornati

INGREDIENTI

POMODORI SAN MARZANO 500 GR

POMODORI DATTERINI  500 GR

POMODORI CILIEGINO 500 GR

CIPOLLOTTO 150 GR

OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA 100 GR

BASILICO GENOVESE SFOGLIATO  15 GR

SALE FINO 10 GR

 

PROCEDIMENTO

 1-Lavare bene tutti pomodori, asciugarli con carta assorbente e tagliare a metà i pomodori datterini e i pomodori ciliegino, mentre i pomodori san marzano tagliarli in 4 pezzi .

2-Tagliare il cipollotto a chiffonade dopo averlo accuratamente mondato lavato e asciugato. Fare un soffritto aromatico con l’olio evo dove andremo a cuocere i pomodori san marzano.

3- Lasciare cuocere i pomodori san marzano almeno 30 minuti a fiamma dolce, e, nel frattempo, infornare a 200 gradi in forno per 10 minuti i pomodori ciliegino irrorati con olio evo e sale, affinchè  risultino ben dorati .

4- Dopo aver lasciato sobbollire per almeno 30 minuti i pomodori san marzano, aggiungere i pomodori datterini. Questi ultimi, essendo più piccoli, avranno bisogno di meno cottura affinchè possano conservare le loro caratteristiche. Lasciar cuocere per almeno 30 min sin quando i pomodori nell’insieme non assumono una consistenza morbida e dall’aspetto vellutato. Passare alla passa verdure con maglia fina per ottenere una passata che sarà il liquido di governo per i pomodori infornati.

5-Dopo aver sterilizzato i vasi di vetro in acqua bollente per 20 min, invasettare i pomodori infornati, aggiungere il basilico fresco , coprire con la passata di pomodoro san marzano , chiudere ermeticamente e rimettere in acqua bollente il vaso contenente i pomodori per almeno 40 min. Lasciare raffreddare a testa in giù affinchè all’interno dei vasi possa crearsi il vuoto che aiuterà in termini di conservazione.

 

Conservare lontano da fonti di calore e lontano dalla luce a temperatura ambiente in ambiente non umido per 3 – 4  mesi .

Ti è piaciuta? Clicca qui per ulteriori ricette!

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

In questo modo si riesce a conservare al meglio le caratteristiche di ogni singolo pomodoro appena colto e portando in tavola il piacevole gusto di pomodoro d’estate anche in inverno. La conserva è utilizzabile per condire un buon piatto di spaghetti al pomodoro.

Le conserve non sono più quelle di una volta! “Se la battono ormai con il pomodoro fresco”, come racconta l’agronomo Duccio Caccioni.  Qual  è il segreto? Ce n’è più di uno ma il grande merito va dato all’innovazione e al forte affiatamento tra produttori e trasformatori.
Da non perdere il video di Coltura & Cultura: per scoprire finalmente come nasce un buon pomodoro e come scegliere la passata giusta… http://www.colturaecultura.it/video/gli-antipomodori

*POMODORO SAN MARZANO:  È il pomodoro allungato per eccellenza. Prende il nome da uno dei comuni di provenienza, San Marzano sul Sarno (Salerno) ma la coltivazione si estende su buona parte delle province di Salerno, Avellino e Napoli. È il frutto che ha consentito l’espansione dell’industria del pomodoro prestandosi particolarmente bene alla produzione di pelati e concentrato. In questa conserva viene utilizzato per sfruttare la sua spiccata nota acida che aiuterà nella conservazione, oltre ad avere una consistenza più carnosa che conferirà maggiore cremosità e struttura alla passata.

*POMODORO DATTERINO: E' una varieta' di pomodorino che ha la forma di un dattero, da questo il suo nome che ricorda il frutto del deserto. Ha un elevato grado zuccherino che lo rende dolce e particolarmente gustoso, con pochi semi all'interno, presenta una buccia sottile. Povero di calorie è ricco di sali minerali e vitamine, nonchè di anti ossidanti salutari per la pelle. L’equilibrio tra acidità e dolcezza lo rendono un frutto ideale per il consumo fresco, in particolar modo per la preparazione di sughi e conserve.

*POMODORO CILIEGINO: Il famoso ciliegino di Pachino gode di molte proprietà benefiche: è rinfrescante, dissetante, ha effetti diuretici, ricco di licopene e di caroteni, sostanze che agevolano il corretto funzionamento dell'organismo e lo difendono dai radicali liberi. Contiene una buona dose di vitamina C, ad azione riparatrice e rigeneratrice su tutte le cellule dell'organismo; è ricco anche di sali minerali, con una funzione equilibratrice e disintossicante. Il Ciliegino è anche IGP.

La reputazione che il pomodoro di Pachino si è conquistata su tutti i mercati è dovuta ai seguenti fattori:

-il sapore tendenzialmente dolciastro che va a creare in questa conserva un bel contrasto con il san marzano;

-la consistenza della polpa molto carnosa adatta anche per cotture al forno quindi all’interno della conserva creerà un susseguirsi di consistenze al palato nel momento della degustazione, contrastandosi bene con i datterini e i san marzano ridotti in passata.

-la lucentezza del frutto che donerà un bella colorazione alla preparazione;

-l'elevato contenuto in vitamine (vit. C) e antiossidanti (licopene), un'occhiolino alla salute e al mangiar bene nella realizzazione di una ricetta non va mai trascurato.

...ma perchè è così buono? Scoprilo cliccando qui! http://www.colturaecultura.it/video/le-tribolazioni-dei-pomodori-siciliani

 

 

 

 

Vota il contenuto:

Hai votato 2 Voti totali: 11255

 

Coltura & Cultura