attualità

Buona Pasqua da Coltura & Cultura e... Boscolo Etoile Academy

Il 15 dicembre 2014 Coltura & Cultura è stata in Tuscania presso Boscolo Etoile Academy, il primo campus Italiano della gastronomia, per una lezione ai docenti chef!

Per la prima volta l’agricoltura e la cucina si sono incontrate. Storia, paesaggio, coltivazione, alimentazione e cultura: tanti i temi affrontati con Duccio Caccioni, protagonista dei video "La ricetta degli ingredienti"  e un successo che ci ha fatto capire che il connubio tra agricoltura e cucina poteva e doveva continuare.

Oggi, siamo felici di annunciarvi che agricoltura e cucina si incontreranno di nuovo.
Sul nostro sito www.colturaecultura.it pubblicheremo periodicamente delle ricette proposte dagli chef della Boscolo Etoile Academy scritte ad hoc per noi e con la peculiarità di essere “smart",  facili da preparare e di avere ingredienti ricercati e, naturalmente, di stagione!
Fin qui pare che siano le solite ricette proposte da una miriade di siti e blog, e invece no…

Perchè non vi spiegheremo solo come si prepara una ricetta, andremo più a fondo raccontandovi come si prepara un ingrediente...

Per ogni ricetta, nella lista degli ingredienti, verranno inseriti ogni volta degli asterischi che rimandano a una breve spiegazione del perché è meglio usare proprio quello specifico elemento e non un altro qualsiasi, perciò cucinare diventerà anche un momento formativo.

Ma piuttosto che spiegarvi in modo teorico perché non potrete più fare a meno delle nostre ricette…ve ne presentiamo subito una per il pranzo di Pasqua!
Pronti a deliziare i palati dei vostri ospiti?

 

RISOTTO CARNAROLI CON CARCIOFI, POMODORI SECCHI, MANTECATO AL PECORINO DI PIENZA E UOVO BIO AL TEGAMINO

 

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE :

RISO CARNAROLI* 320 GR

CARCIOFI APOLLO* N 4   

UOVA BIOLOGICHE N 4

POMODORI RAMATI SECCHI* 80 GR             

LIMONI D’AMALFI* N1

PECORINO DI PIENZA GRATTUGGIATO GR 100

MENTUCCIA ROMANA FRESCA  GR 5

AGLIO IN CAMICIA 2 SPICCHI

OLIO EVO PUGLIESE* 80 GR

 

PROCEDIMENTO:

 

 

Passaggio 1:

Dopo ver pulito i carciofi dalle parti esterne più coriacee, recuperare queste ultime per confezionare un brodo aromatico, che servirà per la cottura del riso.

Coprire le parti di scarto dei carciofi di acqua e ghiaccio e portare a lenta ebollizione per circa 30 minuti a fuoco basso.

 

 

 

Passaggio 2:

Dopo aver tagliato a lamelle sottili il cuore dei carciofi ed i pomodori secchi saltarli a fuoco vivace con un filo di olio EVO ed uno spicchio di aglio in camicia per circa due minuti. Mettere da parte.

 

 

 

Passaggio 3:

Filtrare il brodo ottenuto dagli scarti dei carciofi adoperando un colino a maglia fine. Correggere di sale.

 

 

 

 

Passaggio 4:

Tostare il riso a secco, senza l’utilizzo di grassi aggiunti per circa due minuti in modo tale da gelatinizzare gli amidi e garantire una cottura omogenea ed un graduale rilascio di amidi.

 

 

 


Passaggio 5:

Bagnare il riso precedentemente tostato e cuocere aggiungendo brodo di carciofi ben caldo gradualmente.

 

 

 

 

Passaggio 6:

A metà cottura circa aggiungere i carciofi e i pomodori secchi saltati in modo tale da insaporire maggiormente la preparazione.

 

 

 

 

Passaggio 7:

Proseguire la cottura per circa 14 minuti totali dopo la tostatura avendo l’accortezza di bagnare gradatamente.

 

 

 

 

Passaggio 8:

Iniziare la fase di mantecatura fuori dal fuoco aggiungendo le parti aromatiche mentuccia e buccia di limone che conferiranno freschezza al piatto, inserire l’olio e il pecorino mescolando energicamente con l’ausilio di una paletta in maniera tale da rendere il risotto ben mantecato e con una consistenza montata. Regolare di sale e pepe e servire immediatamente.

 

 

 

 

Il vostro risotto è pronto!  

 BUONA PASQUA e... alla prossima ricetta!

 

 

Per conoscere altre ricette consulta Etoilpedia (la prima Enciclopedia Gastronomica Multimediale firmata Boscolo Etoile)...

____________________________________________________________________________________________________________________________

NOTA N.1: RISO CARNAROLI ACQUERELLO

La scelta del riso è fondamentale; utilizziamo infatti, un riso carnaroli “acquerello” che detiene appieno le caratteristiche nutritive, nonostante sia privo del germe, sfruttando processi fisici di lavorazione.

Scopri di più sugli aspetti nutrizionali del riso cliccando qui!

 

NOTA N.2: CARCIOFO APOLLO

Il carciofo Apollo, dal sapore complesso leggermente tendente all’astringente e dalla consistenza carnosa, aiuta a conferire la giusta croccantezza al piatto.

Ma i carciofi, tutti, non sono solo buoni ma hanno anche un cuore d'oro...Per saperne di più clicca qui!

 

NOTA N.3: POMODORO RAMATO

Le falde di pomodoro ramate essiccate e caramellate in forno a bassa T, conferiscono una nota leggermente dolciastra contrastandosi delicatamente ed armoniosamente con gli altri elementi.

Scopri di più su questi gioielli rossi chiamati pomodori cliccando qui...

 

NOTA N.4: LIMONE D’AMALFI

Il limone della costiera amalfitana, classificabile come femminello sfusato, presenta una buccia di spessore medio e di colore giallo chiaro, ricca di oli essenziali e terpeni che conferiscono a questa preparazione una particolare acidità.

Scopri di più sul limone d'Amalfi e sulle altre produzioni DOP e IGP di Agrumi in Italia cliccando qui!

 

NOTA N.5: OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA

L’olio pugliese completerà il piatto col suo sapore fruttato, morbido ed avvolgente.

Come scegliere un olio extra vergine di oliva senza venir meno alla qualità e, nel contempo, al risparmio? E soprattutto, come scoprire qual è quello che ci piace di più? Tutte le risposte QUI!

Vota il contenuto:

Voti totali: 9893

 

Coltura & Cultura