la vite e il vino

Brindisi in sicurezza

Durante le feste natalizie è normale che ci si lasci andare a qualche brindisi in più del solito. In questo senso, il vino a tavola rappresenta un must che non può mancare ma del quale non bisogna abusare (e non solo se dopo dovete mettervi alla guida di un’auto!). E’dunque necessario aver ben presente quelle che sono le dosi massime che il corpo umano può sopportare: l’alcol etilico può essere metabolizzato dall’organismo in ragione di 100 mg per ora e per chilogrammo di peso corporeo. Ciò significa che la dose massima di alcol tollerabile per un adulto sano di 70 kg mediamente è di circa sette grammi all’ora, corrispondenti a 170 grammi al giorno.
Questa dose è però soltanto teorica e molto lontana da quella consigliata che è di 50-60 mg di alcol assoluto al giorno. Questa dose deve essere inoltre ripartita in più occasionie comunque accumulata a stomaco pieno. Tali dose dovrebbero essere ancor più ridotte (circa 20 grammi al giorno) tra le donne. A partire da queste dosi infatti, si osserva un aumento significativo della cirrosi epatica, oltre che del cancro del retto e del polmone. Determinante è anche la tolleranza individuale che è legata a fattori genetici familiari e razziali. Inoltre la soglia di tolleranza può variare nel tempo per il fenomeno dell’assuefazione. Un ruolo rilevante lo ricoprono anche le modalità di assunzione e le occasioni di consumo. Gli effetti dell’alcol sono infatti molto diversi a seconda che si consumino alcolici a digiuno o durante i pasti, che siano suddivisi in più dosi o consumati in una sola volta, che siano a gradazione relativamente modesta come il vino e la birra o che si tratta invece di un superalcolico.
Comunque l’uso abituale ma in quantità moderate di bevande alcoliche (ed in particolare di vino) svolge una serie di azioni positive sull’alimentazione quotidiana, al punto che si sente affermare che per mantenersi in buona salute è meglio bere poco vino tutti i giorni che non berne affatto. In conclusione appare importante insistere sulla necessità di insegnare e di imparare a bere correttamente il vino, tenendo sempre presente quanto affermava Paracelso (1493-1541): "Dosis sola facitvenenum", Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto.

Per saperne di più sull’utilizzo del vino nella nostra alimentazione consulta  il volume digitale La vite e il vino di Carlo Cannella e Mara Rossoni cliccando qui.


 

Vota il contenuto:

Voti totali: 10658

 

Coltura & Cultura