agricoltura smart

Agricoltura Smart: Green Deal europeo

GREEN DEAL EUROPEO

 

"Dobbiamo dimostrare solidarietà alle regioni più colpite in Europa, tra cui le regioni carbonifere, per garantire che il Green Deal ottenga il pieno sostegno di tutti e possa diventare una realtà."

Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea

 

L’Unione Europea ha lanciato la consultazione pubblica per coinvolgere i cittadini e gli stakeholder, tra cui imprese private e pubbliche per lo sviluppo sostenibile in campo ambientale in Europa: il Green Deal.  La strategia adottata dall’Unione Europea è chiara: sviluppare un nuovo tipo di economia che utilizzi le risorse naturali in maniera responsabile ed efficiente. Gli obiettivi proposti nel documento sono ambiziosi: raggiungere “Impatto climatico zero” entro il 2050 in tutti gli stati dell’Unione; promuovere l’economia circolare; ridurre ogni tipo di inquinamento e ripristinare la biodiversità.

 

Video presentato dalla Commissione Europea per introdurre il nuovo Green Deal europeo

Il Green Deal europeo vede nelle sfide – crisi climatica e ambientale – opportunità per rivoluzionare la nostra economia coinvolgendola in maniera olistica. Tutti i settori, privati, pubblici e ogni cittadino sono attori in questo accordo.  L’Unione Europeo aiuterà concretamente i membri per stravolgere l’economia corrente in un’economia verde e circolare attraverso il “Meccanismo per una transizione giusta”. Per questo piano sono stati stanziati 100 miliardi di euro per il periodo 2021-2027. Il messaggio lanciato da Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea è chiaro: nessuno stato dell’Unione Europea verrà lasciato indietro in questa marcia verso un’economia verde.

 

Anche nel settore privato molte compagnie sono attive su questo tema. Bayer, assieme a più di 150 aziende multinazionali, ha sottoscritto una dichiarazione per sollecitare le istituzioni di tutto il mondo a rilanciare con coraggio un piano per la lotta ai cambiamenti climatici, come previsto dall’Accordo di Parigi. L’appello esorta i governi a stabilire le priorità per una transizione più rapida ed equa, per passare così da un'economia grigia a un'economia verde, allineando le politiche e i piani di ripresa post Coronavirus con le più recenti scoperte scientifiche a tutela del clima. Il Gruppo Bayer continuerà a impegnarsi in questo senso, andando oltre il modello “business as-usual” verso un modello di business più inclusivo e solidale, che fornisca il massimo supporto alle persone e al Pianeta. In concreto il Gruppo si impegna a ridurre le emissioni, investendo in risorse energetiche green per una zero carbon economy; Innovare tramite soluzioni sostenibili per proteggere le persone e l’ambiente, secondo i principi dell'Agenda ONU 2030 e l'Accordo di Parigi; Lavorare con i governi per supportare policy coraggiose che mirino al raggiungimento degli obiettivi di riduzione del riscaldamento globale.

 

 L’Unione Europea e l’industria hanno capito che la salute degli uomini dipende dalla salute del Pianeta; per questo è necessario agire. Il motto promosso dall’Unione Europea “Adoperarsi per essere il primo continente a impatto zero sul clima” invita ogni cittadino nel prendere parte ad un’azione collettiva che porterà il nostro continente ad una transizione alla sostenibilità e all’inclusione.

 

TAGS: #EUGREENDEAL #Agricoltura sostenibile  #Bayer  #Economia verde #Zero carbon economy

Vota il contenuto:

Voti totali: 156

 

Coltura & Cultura