agricoltura smart

Agricoltura Smart: Farm To Fork

FARM TO FORK

“La crisi del coronavirus ha dimostrato la vulnerabilità di tutti noi e l'importanza di ripristinare l'equilibrio tra l'attività umana e la natura. La strategia sulla biodiversità e la strategia "Dal produttore al consumatore" sono il fulcro dell'iniziativa Green Deal e puntano a un nuovo e migliore equilibrio fra natura, sistemi alimentari e biodiversità: proteggere la salute e il benessere delle persone e, al tempo stesso, rafforzare la competitività e la resilienza dell'UE. Queste strategie sono una parte fondamentale della grande transizione che stiamo intraprendendo.”

Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione europea

 

L’Unione Europea ha una strategia chiara per sostenere le aziende agricole nell’emergenza coronavirus: Farm to Fork o “Dal produttore al consumatore”. Capiamo assieme come questo piano possa avere il potenziale per ridurre gli sprechi e le risorse naturali, e scongiurare la crisi economica in campo agricolo ed alimentare.

 

Farm to Fork ha l’obiettivo di promuovere un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell'ambiente coinvolgendo in prima persona i produttori e i consumatori.

 

Tra le prime azioni di questo piano vi è la riduzione del 50% dell’uso dei pesticidi entro il 2030. Queste sostanze, già molto regolamentate, possono diventare inquinanti se utilizzate in maniera eccessiva e non secondo le indicazioni, incidendo negativamente sul clima e sulla biodiversità. Anche in questo caso si prevede entro il 2030 la riduzione del 50% delle perdite di nutrienti e del 20% dell’uso di fertilizzanti. Oltre a queste misure “in campo” c’è ne una specifica per gli allevamenti che prevede sempre la riduzione del 50% delle vendite di sostanze antimicrobiche.

 

La transizione promossa non coinvolge solamente i produttori, ma anche i consumatori. I cibi sani e le diete responsabili sono la chiave secondo la Commissione Europea per coinvolgere maggiormente i consumatori. Infatti, solo nel 2017 L’Unione Europea ha registrato 950 mila decessi a causa di abitudini alimentari scorrette. Per aiutare i consumatori, L’UE sta realizzando un’etichettatura più comprensibile per la sostenibilità coprendo ogni aspetto di essa: non solo i valori nutrizionali, ma anche gli impatti ambientali, sociali e climatici che un prodotto possiede.

 

Diete irresponsabili hanno portato negli scorsi anni anche a enormi quantità di sprechiOgni anno in Europa lo spreco alimentare vale 143 miliardi di euro. Farm to Fork propone di ridurre del 50% gli sprechi pro capite direttamente alla vendita del prodotto. A supportare questa strategia entro il 2023 sarà redatto un piano giuridico.  Farm to Fork è un piano molto ambizioso che viene supportato anche con ingenti investimenti per la ricerca: 10 miliardi di euro attraverso progetti “Horizons”.

 

Le azioni di questo piano verranno valutate entro la metà del 2023. Nel frattempo, la Commissione Europea, Il Consiglio e il Parlamento Europeo coinvolgeranno attivamente i cittadini per costruire un ampio dibattito per favorire la transizione alla sostenibilità.

 

TAGS: #EUGREENDEAL #FarmToFork #CommissioneEuropea #Horizons #DalProduttoreAlConsumatore

Vota il contenuto:

Voti totali: 222

 

Coltura & Cultura