le insalate

Afide rosso: il mostro che minaccia la lattuga

La lattuga è un prodotto la cui commercializzazione è legata alla completa assenza di anomalie estetiche. I distributori, infatti, hanno delle politiche molto rigide a riguardo. La conseguenza è la necessità di un’efficacie strategia di difesa della lattuga da eventuali attacchi patogeni, come ad esempio gli afidi.

Tra gli afidi più pericolosi vi è Nasonovia ribis-nigri o afide rosso, che ha la lattuga come ospite secondario. In alcuni areali di produzione del nord Italia, come l'Emilia-Romagna, l'afide rosso è presente su tutta la produzione annuale, con un picco nel periodo tra primavera ed autunno, quando le temperature sono ottimali per il suo sviluppo.

La presenza di afidi causa danni facilmente visibili sulle foglie, l’afide rosso, poi, è riconoscibile proprio per il suo colore caratteristico all’interno dei cespi.

Ovviamente la conseguenza è che la Gdo e i consumatori sono disincetivati all’acquisto.
La soluzione al problema è la difesa dall'attacco di questo fitofago utilizzando diverse sostanze attive, a patto che siano autorizzate nei disciplinari di produzione integrata ed utilizzabili sia in pieno campo che in coltura protetta. Inoltre, bisogna gestire con accuratezza i vari trattamenti anche integrandoli con pratiche agronomiche e varietà resistenti perché la lattuga è una produzione che interessa tutto l’anno e bisogna evitare eventuali meccanismi di resistenza da parte dell’afide.

Subito dopo il trapianto si può intervenire con un neonicotinoide per prevenire l'insediamento dell'afide.
Da ultimo, nelle ultime fasi del ciclo colturale, al fine di evitare eventuali reinfestazioni, si possono utilizzare dei piretroidi, che uniscono efficacia, rapida degradazione e soprattutto breve tempo di carenza.

Purtroppo gli afidi non sono gli unici parassiti animali che minacciano le insalate…

Chi sono gli altri? Scoprilo nel capitolo Parassiti animali di Aldo Pollini  (volume digitale “le insalate”, collana Coltura & Cultura)

Vota il contenuto:

Voti totali: 7237

 

Coltura & Cultura