l'ulivo e l'olio

2014: l'anno nero per l'olio. Quali le cause?

Nel 2014 la produzione d'olio d'oliva è crollata del 37% rispetto al 2013, con punte del -45% in due regioni d'eccellenza come l'Umbria e la Toscana. Colpa del clima che, con un caldo eccessivo durante la fioritura e piogge abbondanti in estate, ha favorito la diffusione della mosca olearia, uno dei peggiori nemici dell'olivo.
Persino un articolo del New York Times, raccogliendo le testimonianze di alcuni imprenditori agricoli toscani, definisce l’annata dell’olio 2014 “annus horribilis”.
Il quotidiano statunitense riporta l'interessante testimonianza di Federico Dufour e Gerardo Condi, imprenditori agricoli di Calenzano (FI), che hanno visto il loro raccolto devastato dalla terribile mosca.

Per leggere l’articolo del New York Times clicca qui.
Per maggiori informazioni sulla mosca dell’olivo, consulta il capitolo Parassiti animali  presente nel volume digitale “l’ulivo e l’olio”.
Per saperne di più su olio, qualità e metodi di conservazioni guarda il video La fragile benedizione dell’olio.

Vota il contenuto:

Voti totali: 8407

 

Coltura & Cultura