il melo

Coordinamento Scientifico:
Carlo Fideghelli

 

La mela, ma quante varietà?

Di mela non ce n’è una sola. Dobbiamo ringraziare la ricerca più avanzata se oggi abbiamo a disposizione tante e ottime varietà di questo frutto: mele croccanti, succose, aromatiche. Qualche esempio? Gala, Fuji, Pink Lady, coltivate in regioni di montagna dove il clima è particolarmente adatto a questo tipo di coltura, come in Italia il Trentino-Alto Adige. Il melo è diventato infatti di gran lunga l’albero da frutto temperato più importante al mondo, sia per produzione che per superficie coltivata. Le ragioni di un tale successo sono almeno tre: la bontà del frutto, la sua capacità di conservarsi a lungo e la particolare idoneità ai trasporti, che ne hanno fatto uno degli esempi più compiuti di globalizzazione dei mercati.

Il successo di questo frutto al vertice della produzione agricola italiana e degli scambi internazionali è spiegato da 44 autori nel volume “il melo”.

Video

  Guarda altri video

Curiosità

  Vai all'archivio curiosità