evento

SudTirolo in mostra ad Agrialp

Agrialp, in programma dal 23 al 26 novembre, è la maggiore fiera legata all'agricoltura e all'allevamento del Trentino Alto Adige e piattaforma d'incontro per tutti gli operatori del settore agricolo in Alto Adige. Questa manifestazione biennale é una realtà di grandissimo rilievo nel panorama dell’economia locale. Un interessante programma informativo completa l'ampia offerta espositiva, dando la possibilità ai visitatori di aggiornarsi sulle ultime novitá del mercato.

 

La tradizione di Agrialp

L'agricoltura è una tradizione in Alto Adige: la superficie agricola della Provincia Autonoma è di 267.000 ettari, che corrispondono al 36% della superficie totale dell'Alto Adige. L' 89,8% di quest'area sono spazi verdi, il 6,9% sono frutteti, l' 1,8% viti e l' 1,5% viene utilizzato come terreno agricolo. Questi dati sottolineano l'importanza del più antico settore della nostra regione, l'agricoltura, che contribuisce in misura del 5,5% al prodotto interno lordo dell'Alto Adige. Questa tendenza si sviluppa in modo peculiare in Agrialp: tra i settori espositivi Frutticoltura e viticoltura, Agricoltura biologica, Lavorazione e semina, Raccolta e cura del campo, Trattori e mezzi di trasporto, Attrezzatura tecnica, Cura e allevamento del bestiame, Produzione latte, Foraggio, Biomassa, Raccolta acqua piovana.

Il programma di Agrialp

Ventiquattro appuntamenti tra allevamento e agricoltura, con il clou nell'asta Elite di Brown Suiss e nella mostra zootecnica, entrambe schedulate presso il Centro Commercializzazione Bestiamo di Bolzano Sud, con la presentazione di circa 200 animali appartenenti alle diverse specie e razze che abitano il territorio sudtirolese. Non manca un tocco di folklore con la presentazione del calendario delle giovani contadine del Burgraviato, il cui ricavato andrà ad alimentare il fondo rurale di sviluppo.

I numeri di Agrialp

Sono ben 423 gli espositori che interverranno ad Agrialp, a Bolzano, di cui 125 dall'estero, in un'area espositiva di ben 28.000 metri quadrati. Nell'ultima edizione, degli oltre 39mila visitatori, un quinto provenivano dalla provincia di Trento e il 40% da fuori Trentino Alto Adige, in particolare Veneto (6,3%) e Lombardia (4,8%), mentre due terzi dei visitatori esperti frequentano ogni edizione della fiera. 

 

Vota il contenuto:

Voti totali: 26

 

Coltura & Cultura