attualità

Nasce la Banca delle terre, uno strumento dedicato ai giovani

Per la prima volta l'Italia ha una 'Banca delle terre agricole' nazionale. Uno strumento utile di mappatura per consentire a chi cerca terreni pubblici in vendita da poter coltivare di accedere facilmente al database nazionale.

IL PROGETTO DELLA BANCA DELLE TERRE - Si tratta di un progetto di mappatura delle terre previsto dal Collegato Agricolo e realizzato da Ismea, l'ente economico del Mipaaf, per consentire a chiunque - soprattutto ai giovani - di reperire su internet i terreni di natura pubblica in vendita. L'obiettivo è valorizzare il patrimonio fondiario pubblico e riportare all'agricoltura anche le aree incolte, incentivando soprattutto il ricambio generazionale nel settore. Per avere la mappa completa si può consultare il sito www.ismea.it.

UNO STRUMENTO PER I GIOVANI - "Si parte - afferma il Ministro Maurizio Martina - con i primi 8mila ettari di terreni di proprietà di Ismea e che vogliamo destinare con corsia preferenziale ai giovani. La 'Banca delle terre agricole' può rappresentare uno strumento fondamentale per rispondere alla richiesta di terreni e valorizzare al meglio il patrimonio fondiario pubblico. Dopo anni di attesa si parte. Dobbiamo stimolare in ogni modo la crescita delle nostre produzioni, consentendo soprattutto ai giovani di poter avere un accesso alla terra e al credito semplificati. Per questo motivo come Governo abbiamo messo in campo strumenti utili per gli under 40 come i mutui a tasso zero per gli investimenti, l'aumento del 25% degli aiuti europei e soprattutto, con l'ultima legge di bilancio, l'esenzione totale dal pagamento dei contributi previdenziali per i primi 3 anni di attività per le nuove imprese agricole condotte da giovani." 

I TERRENI DELLE REGIONI E DEGLI ENTI PUBBLICI - Nella 'Banca delle terre agricole' sarà possibile trovare i terreni delle Regioni, dei Comuni e degli Enti pubblici che sottoscriveranno convenzioni con Ismea. Sul sito anche i terreni dell'iniziativa 'Terrevive', gestita dall'Agenzia del Demanio con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. I primi 8mila ettari di terreni di proprietà di Ismea sono tutti in piena coltivazione e saranno destinati con corsia preferenziale ai giovani.

LA PROCEDURA - La procedura di questi primi terreni prevede un percorso semplice:
- manifestazione d'interesse, attraverso Banca della Terra, per uno o più lotti;
- procedura competitiva a evidenza pubblica tra coloro che hanno manifestato interesse a seguito di avviso pubblico;
- possibilità di mutui agevolati Ismea se la richiesta è effettuata da giovani.
Le risorse finanziarie della vendita vengono finalizzate da Ismea esclusivamente ad interventi in favore dei giovani agricoltori.

GLI STRUMENTI PROGETTUALI - Accesso al credito semplificato e acquisto di terreni a prezzi calmierati, i due canali con i quali si lavora all'attuazione del progetto, soprattutto se si considera che un ettaro di terra in Italia costa in media 20mila euro, contro i  6.500 in Germania.

In linea con uno studio della Coldiretti, realizzato proprio in occasione della presentazione della Banca delle terre agricole, sulla spinta dal crescente interesse delle nuove generazioni per il lavoro in campagna,  sono 50.543 le imprese agricole italiane condotte da under 35, non solo di vecchia ma sempre più di nuova generazione. Un dato che fa dell’Italia il leader in Europa nel numero di giovani in agricoltura; inoltre sono conduzioni virtuose, perché possiedono una superficie superiore di oltre il 54% alla media, un fatturato più elevato del75% della media e il 50% di occupati per azienda in più.

Vota il contenuto:

Voti totali: 77

 

Coltura & Cultura