innovazione

Le 100 startup che stanno cambiando l'agricoltura

L'agricoltura sta cambiando, evolvendosi verso un panorama di soluzioni tecnologiche innovative, che permettono un utilizzo più accorto e sostenibile delle risorse, minori rischi derivanti da parassiti e malattie e una produzione migliore dal punto di vista qualitativo e quantitativo. È l'agricoltura di precisione, ospitata su queste pagine più e più volte, che sta trasformando l'agricoltura in un sistema connesso e organizzato scientificamente.

L'agricoltura di precisione

Sono numerosi i campi di studio e sviluppo in cui le start up tecnologiche stanno concentrando le proprie ricerche: dalle analisi dei dati, come quelle offerte dai comportamenti di animali e piante, riguardo crescita, alimentazione e produzione; analisi predittiva, software per il management agricolo, sensori e robotica – per esempio i droni, smart irrigation, fino ad arrivare alle smart farm, che sono strutture che utilizzano un mix tecnologico atto a un miglioramento della produzione. In Inghilterra, di recente, è stato lavorato il primo acro di terra completamente dai robot. Questo non vuol dire che il lavoro umano sarà inutile in agricoltura, tutt'altro. Ci sarà sempre necessità di personale umano capace di leggere i dati provenienti dai sensori e che abbia la capacità di programmare le macchine a seconda delle necessità dei campi e degli allevamenti.

Sensori e dati

Sono già moltissimi gli agricoltori che hanno installato dei sensori nei propri campi, collegati a delle centraline. Questi sensori raccolgono dati come l'umidità del terreno, la temperatura esterna, analisi sulle piante, presenza eventuale di parassiti – per questo si utilizzano anche i droni, ad esempio - per poi trasmetterle a una centralina che raccoglie e analizza i dati per verificare quali siano le necessità riguardo l'irrigazione o l'utilizzo di fitofarmaci. In tal senso ecco che i sistemi di smart irrigation vanno a “colpire” esattamente lì dove serve, riducendo lo spreco di acqua con grande risparmio per l'agricoltore e attenzione per la sostenibilità ambientale. Trappole per insetti tecnologiche adattate con tecniche di confusione sessuale permettono di verificare quali parassiti infestano le piante. Per le coltivazioni vi sono addirittura mietitrebbia che viaggiano senza pilota.

Le fattorie di nuova generazione

Qui su Coltura e Cultura abbiamo dedicato molto spazio al #ForwardFarming, vero esempio di come l'agricoltura di precisione sta cambiando il mondo dell'agricoltura. Un modo di intendere allevamento e coltivazione connesso e integrato. Ma quali sono, quindi, i settori in cui le start up agricole stanno evolvendo?
Dai “Farm management software” che sono strumenti di gestione del management delle fattorie, che automatizzano e schedulano gli interventi, agli strumenti di analisi predittiva, che attraverso le informazioni integrate anticipano le necessità nei campi spingendo gli agricoltori a intervenire in anticipo su particolari situazioni. Dai sensori – già in gran parte usati in molti settori, specialmente nei vigneti – alla robotica e ai droni, che volano sopra i campi per restituire un'immagina aerea completa e analitica. Dalla smart irrigation, come già detto, che centellina l'acqua per le necessità dei campi, agli strumenti che provvedono ai dati, sia per le piante che per gli animali. Fino ad arrivare ai Market Place, app che consentono di abbattere la filiera per ricreare una connessione diretta dal produttore al consumatore. L'obiettivo, in Italia, è quello di arrivare a una quota del 20% di agricoltura di precisione entro il 2020. 

 

Vota il contenuto:

Voti totali: 11

 

Coltura & Cultura