Il 2018 è l'anno internazionale del cibo italiano nel mondo

Un anno intero dedicato al cibo italiano, da sempre fiore all'occhiello e patrimonio del nostro paese. Il 2018 sarà "l'anno internazionale del cibo italiano nel mondo". Nell'anno dedicato dall'Onu al turismo sostenibile l'obiettivo dell'iniziativa è sensibilizzare i cittadini e le imprese sulla necessità di valorizzare i caratteri culturali e naturali del territorio.

L'anno internazionale del cibo italiano nel mondo

Il protocollo Mibact-Coldiretti prevede il coinvolgimento degli imprenditori agricoli le cui strutture sono legate ad attività di ricerca archeologica, con l'intento di promuovere una conoscenza storica delle testimonianze venute in luce e del territorio, individuando d'intesa con i responsabili dello scavo e la competente Soprintendenza archeologica forme adeguate di valorizzazione dei rinvenimenti intervenuti. Oltre a ciò, verrà portata avanti un'attività di monitoraggio e mappatura delle aree agricole di interesse culturale, paesaggistico, storico e archeologico. Il protocollo prevede anche l'utilizzo dei prodotti agricoli ed agroalimentari tipici del territorio nell'ambito della ristorazione collettiva gestita direttamente o tramite appalto dal Ministero e dalle articolazioni territoriali. Uno spazio viene dato anche alla realizzazione di percorsi turistici e didattici, compresi itinerari pedonali, ciclabili, equestri, mototuristici, fluviali e ferroviari, appositamente segnalati e pubblicizzati per far conoscere ai turisti italiani e stranieri luoghi ed aree legati a produzioni agroalimentari tipiche e storicamente radicate nella tradizione italiana.

Il protocollo d'intesa

"Abbiamo rafforzato la promozione della cultura del cibo, inteso come strumento di democrazia e di uguaglianza, come chiave per la tutela della biodiversità e lo sviluppo sostenibile del nostro Pianeta - afferma il Ministro Maurizio Martina - Dedicare il 2018 al cibo italiano, quindi, è una scelta tutt'altro che banale. Significa porre ancora una volta l'accento su parole chiave come qualità, eccellenza e sicurezza che rendono unici i nostri prodotti. Significa valorizzare il lavoro di migliaia di agricoltori, allevatori pescatori, artigiani e produttori alimentari”. “L'Italia deve promuoversi all'estero in maniera integrata e intelligente: valorizzare e promuovere l'intreccio tra cibo arte e paesaggio è sicuramente uno strumento molto utile per questo obiettivo”, ha detto il ministro Dario Franceschini.    

 

Vota il contenuto:

Voti totali: 923

 

Coltura & Cultura