evento

Guida Flos Olei 2018: Italia leader della qualità

La guida Flos Olei è l'indicatore per scovare l'eccellenza olearia mondiale, comprendendo oltre 500 aziende distribuite in 51 nazioni di 5 continenti. Sono stati ben 953 gli olii assaggiati dagli esperti recensori della guida. Flos Olei è però anche un premio, che sarà assegnato il prossimo sabato 9 dicembre, contemporaneamente alla presentazione della guida, presso l'hotel The Westin Excelsior in via Veneto a Roma. Nel settore olivicolo, l'Italia difende la sua leadership, pur concedendosi ampi margini di crescita.

La guida Flos Olei

La nona edizione della guida Flos Olei, considerata tra le più importanti – se non la più importante – pubblicazione del settore a livello globale, è un vero e proprio altante olivicolo che seleziona il meglio dell'extravergine di qualità intorno al Mondo. Un testo unico e completo che oltre alle schede aziendali con dati di produzione e abbinamenti gastronomici, comprende informazioni strocihe e culturali dei differenti Paesi olivicoli, cultivar tipiche, cartografie e aree tutelate da denominazioni. Non mancano focus sulla tecnica di degustazione e sui prezzi dell'extravergine, oltre a consigli sulla sua corretta conservazone e un approfondimento sul valore economico del comparto. A curare guida e panel di assaggiatori i due ideatori della guida, Marco Oreggia e Laura Marinelli. La Colombia è l'ultima delle Nazioni entrate a far parte della Guida, la cui panoramica va dall'Europa alle Americhe, dal Nord Africa al Medio Oriente, spingendosi fino in India, Nepal, Cina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

Il premio Flos Olei

Come in ogni guida che si rispetti non può mancare l’attribuzione, a ogni produttore, di un punteggio: nel caso di Flos Olei questo non riguarda esclusivamente il singolo olio, ma tiene conto dell’intera realtà produttiva. Così come non può mancare una classifica, una sorta di attesissima lista degli Oscar dell’olio extravergine. A primeggiare quest’anno, con ben 12 premi, è l’Italia, cominciando dal prestigioso titolo di Azienda dell’Anno attribuito all’Azienda Agricola Biologica Americo Quattrociocchi. Sempre in Italia ricadono i 3 riconoscimenti di Azienda Emergente, alla pugliese Crudo - Schiralli, di Azienda di Frontiera, alla lombarda Comincioli, e di Azienda del Cuore, alla pugliese Donato Conserva.

I premi di categoria

L’Italia domina anche nei premi di categoria, con ben 8 titoli, seguita dalla Spagna, a quota 6 riconoscimenti tra i quali quello, ambitissimo, di Migliore Olio Extravergine di Oliva dell’Anno prodotto dalla andalusa Castillo de Canena Olive Juice. Chiudono il cerchio Croazia e Cile con un riconoscimento a testa. Alla The Best 20 si accompagnano il Premio Speciale Cristina Tiliacos, assegnato all’Oil Bar Caffè del Mercato Centrale di Livorno, il Premio Ristorante dell’Anno, vinto dal Danì Maison di Ischia con lo chef Nino Di Costanzo, e quello di Importatore dell’Anno, attribuito a Heinrich & Karin Zehetner dell’austriaca ZES - Consulting GmbH.

 

Vota il contenuto:

Voti totali: 23

 

Coltura & Cultura